Recensione: “Trilogia della città di K” di Ágota Kristóf

"Quando "Il grande quaderno" apparve in Francia a metà degli anni Ottanta, fu una sorpresa. La sconosciuta autrice ungherese rivela un temperamento raro in Occidente: duro, capace di guardare alle tragedie con quieta disperazione. In un Paese occupato dalle armate straniere, due gemelli, Lucas e Klaus, scelgono due destini diversi: Lucas resta in patria, Klaus …

Recensione: “I segreti di Heap House” di Edward Carey

I SEGRETI DI HEAP HOUSE “Era una cosa lucida. Era una cosa da stringere. E in qualche modo la vita ti sembra molto migliore quando hai qualcosa da stringere.” Questo libro non fa per tutti. Macabro, agghiacciante, malinconico e, allo stesso tempo, meraviglioso! <<Clod è un Iremonger. Vive tra un mare di oggetti gettati via …