Recensione: “Tre” di Valérie Perrin


Sinossi:

1986. Adrien, Étienne e Nina si conoscono in quinta elementare. Molto rapidamente diventano inseparabili e uniti da una promessa: lasciare la provincia in cui vivono, trasferirsi a Parigi e non separarsi mai.
2017. Un’automobile viene ripescata dal fondo di un lago nel piccolo paese in cui sono cresciuti. Il caso viene seguito da Virginie, giornalista dal passato enigmatico. Poco a poco Virginie rivela gli straordinari legami che uniscono quei tre amici d’infanzia. Che ne è stato di loro? Che rapporto c’è tra la carcassa di macchina e la loro storia di amicizia?


Recensione:

Tre” è una storia. Una di quelle in cui ci si entra in punta di piedi, col timore di sentirsi fuori posto, ma allo stesso tempo ansiosi di sapere cosa ci riserva.
Tre” è la storia di Nina, ma anche di Adrien e di Étienne che da quando si sono conosciuti alle elementari poi non si sono più lasciati.

Loro tre: un legame indissolubile, la triade perfetta, una promessa che è al tempo stesso una carezza e una scottatura. Un’esistenza condivisa, quasi in simbiosi, che si tiene in piedi anche quando la vita, ad un certo punto, decide di mettersi in mezzo. Anche quando, a distanza di quarant’anni, tra di loro ci sono mille sguardi tra le cose non dette.
Cos’è che, anni fa, ha cambiato in modo netto le loro vite?

Il nuovo romanzo di Valérie Perrin è una storia, come tante altre, che parla di infanzie turbolente, di amicizia, di vite che si intrecciano e di anime belle anche se con mille crepe. Ma allora cos’è che rende questo libro speciale? È che Valérie Perrin non si limita a raccontare una storia qualsiasi, ma la narra con malinconia, quasi guardando agli eventi con commozione e nostalgia.

La penna dell’autrice è sapiente, sa raccontare le vibrazioni dell’animo umano con dolcezza, trovando le parole giuste anche quando non sappiamo di averne bisogno. Nina, Étienne e Adrien sono diventati miei amici. Ho vissuto con loro intensamente, pagina dopo pagina, tutte le brutture della vita che gli sono capitate. Dopo 600 pagine, è stata dura doverli salutare, ma altrettanto bello riconoscere il valore di quello che mi hanno lasciato.

Perché “Tre” è un romanzo sulla spensieratezza dell’infanzia, sulla confusione dell’adolescenza e dell’età adulta. Un gioco di ombre e di luci, che illumina e mette in risalto alcuni temi complessi e attuali. In “Tre” c’è vita, c’è morte, c’è l’importanza di trovare un’ identità e di sentirsi bene con sé stessi; c’è l’abbandono, la violenza, l’indipendenza.


Declaimer: ringrazio la casa editrice Edizioni e/o per avermi omaggiato la copia.


La mia valutazione:

Classificazione: 5 su 5.

Piccole informazioni sul libro e sull’autore:

Autore: Valérie Perrin
Titolo: Tre
Collana: Dal Mondo
Pagine: 624
Codice isbn: 9788833573625
Prezzo in libreria: €19,00
Data Pubblicazione: giugno 2021


Valérie Perrin:

Valérie Perrin ha lavorato a lungo come fotografa di scena delle più importanti produzioni cinematografiche francesi. Il suo romanzo d’esordio, Il quaderno dell’amore perduto, è stato pubblicato in Italia da Nord nel 2016. Nel 2019 Cambiare l’acqua ai fiori viene pubblicato in Italia da E/O. Tra le altre sue pubblicazioni ricordiamo: Tre (E/O 2021).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: