Recensione: “Fino all’ultimo respiro. Oltre. Vol. 2” di Giorgia Cozza


Sinossi:

Sono trascorsi più di quattro anni dalla notte in cui la dittatura dei Primi è caduta. Vaol ha mantenuto la promessa: insieme ai più fidati collaboratori di suo padre, ha ricostruito la società del limbo. Ma qualcuno si muove nell’ombra per distruggere questo governo e i suoi rappresentanti. Nessuno è più al sicuro e una serie di crudeli attentati getta la città nel caos. Vaol deve tornare a fare i conti con il dolore e la perdita delle persone che ama di più. Chi sta tramando per distruggere tutto quello per cui ha lottato e lavorato in questi anni? Di chi si potrà fidare in un momento in cui riconoscere gli amici dai nemici sembra un’impresa impossibile? E mentre combatte per sopravvivere e per salvare il suo mondo, il destino la coglie nuovamente di sorpresa e la costringe a fare i conti con il suo passato. Un passato che l’ha tormentata giorno dopo giorno e notte dopo notte, ma che potrebbe essere la chiave per trovare finalmente la felicità.


Recensione:

“Ci sono dolori che ti rompono in mille pezzi e di te non restano che frammenti disperati, schegge aguzze, granelli sparsi nel vento. Ora so che ci sono anche gioie così grandi che ti fanno volare alto, che splendono più di mille soli.”

Una mattina Vaol si sveglia e capisce di essere morta. Si trova nel limbo, un mondo dopo la morte. Capisce che ha una seconda occasione per vivere e, tutto sommato, non le dispiace.
In questo nuovo mondo ritrova suo padre, una nuova famiglia, dei nuovi amici e, soprattutto, l’amore della sua vita. Ma lì non è tutto rose e fiori: c’è la dittatura dei Primi a cui far fronte e la sua promessa di liberare il popolo. Come? Diventando la leader della Ribellione.
Dopo numerose rivolte e molte, tante perdite, il limbo le porta via ciò che ha di più caro. Vaol va in pezzi e con lei anche quell’amore che la faceva sentire così viva.

Quattro anni dopo, la dittatura dei Primi è caduta, la società del limbo è stata ricostruita, ma a cadere è anche Vaol; nonostante il popolo abbia vinto, lei, più di tutti, ha perso troppo nella battaglia e ora sta imparando a convivere con i rimpianti. Come se non bastasse, in città scoppia il caos in seguito a degli attentati.
Chi sta cercando di distruggere tutto, dopo anni di sacrifici? Cosa vuole stavolta il nemico?

“Tu hai liberato questo mondo. Tu ci hai indicato come ricostruirlo. Ora noi dobbiamo farlo andare avanti. La felicità di tante persone dipende da noi. La solitudine, la nostalgia… posso tenerle a bada finché c’è del lavoro da fare.”

Oltre, fino all’ultimo respiro” è il libro di cui non sapevo di avere bisogno. Il primo volume della duologia (te ne ho parlato qui) mi ha donato tanto, in quella storia ci ho lasciato lacrime ed emozioni. Con questo secondo romanzo ho avuto il colpo di grazia, ma mi sento finalmente appagata.
In “Oltre, fino all’ultimo respiro” non c’è azione e nemmeno avventura, eppure mi sono ritrovata a voltare ferocemente pagine su pagine, a leggere avidamente ogni riga. Dovevo sapere.

È un romanzo diverso rispetto al primo volume, ma forse addirittura più bello. Nel primo capitolo Giorgia Cozza ci ha incoraggiati a credere nei nostri ideali e a lottare per essi, ora, invece, scava a fondo nell’anima e nei pensieri dei protagonisti; li vediamo reagire alla disperazione, aggrapparsi con i denti alle loro scelte per tenere fede alle loro promesse, convivere con i rimorsi e i rimpianti, ma mai abbandonarsi ad essi.
Ancora una volta, l’autrice dimostra di saper comprendere perfettamente l’animo umano. La sua penna è unica, ogni volta è in grado di scuotermi con forza, sconvolgermi e poi cullarmi. La sua scrittura è delicata, terapeutica ed estremamente sensibile.

Dopo il finale sconvolgente di “Oltre“, non poteva finire tutto così. La storia tra Vaol e Hans non poteva finire di punto in bianco. Questo secondo romanzo è una sorta di riscatto per loro due. La possibilità di lasciarsi alle spalle il passato e rimettere insieme i pezzi di un’amore genuino distrutto dal destino.
In “Oltre, fino all’ultimo respiro” ho trovato una conclusione degna per una delle storie che porterò nel cuore per molto tempo. Fidatevi di me e, se ancora non l’avete fatto, leggete questi romanzi.

Declaimer: ringrazio l’autrice e la casa editrice La Corte Editore per avermi omaggiato la copia.


La mia valutazione:

Classificazione: 4 su 5.

Piccole informazioni sul libro e sull’autrice:

Autore: Giorgia Cozza
Titolo: Fino all’ultimo respiro. Oltre. Vol. 2
Pagine: 341 p., Brossura
Codice isbn: 9788831209014
Prezzo in libreria: € 17,90€
Pubblicazione: 24 ottobre 2019
Marchio Editoriale: La Corte Editore


Giorgia Cozza:

Giorgia Cozza, giornalista comasca, collabora a varie riviste specializzate occupandosi di gravidanza, allattamento al seno, psicologia e salute della mamma e del bambino. Mamma di tre bimbi, ha provato in prima persona la perdita di un bambino all’undicesima settimana di gravidanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.