Recensione: “Eredità” di Vigdis Hjorth


Sinossi:

Quattro fratelli. Due case a picco sul Mare del Nord. Un dramma familiare sepolto nel silenzio da decenni.

Tutto comincia con un testamento. Al momento di spartire l’eredità fra i quattro figli, una coppia di anziani decide di lasciare le due case al mare alle due figlie minori, mentre Bård e Bergljot, il fratello e la sorella maggiori, vengono tagliati fuori. Se Bård vive questo gesto come un’ultima ingiustizia, Bergljot aveva già messo una croce sull’idea di una possibile eredità, avendo troncato i rapporti con la famiglia ventitré anni prima. Cosa spinge una donna a una scelta così crudele? Bård e Bergljot non hanno avuto la stessa infanzia delle loro sorelle. Bård e Bergljot condividono il più doloroso dei segreti. Il confronto attorno alla divisione dell’eredità sarà l’occasione per rompere il silenzio, per raccontare la storia che i familiari per anni hanno rifiutato di sentire. Per dividere con loro l’eredità – o il fardello – che hanno ricevuto dalla famiglia. Per dire l’indicibile.

Premiato dai librai norvegesi come miglior libro dell’anno, in vetta alle classifiche di vendita per mesi, osannato dalla critica internazionale, Eredità è il romanzo con cui la norvegese Vigdis Hjorth ha raggiunto la fama mondiale. Lirica riflessione sul trauma e sulla memoria, è al tempo stesso il furioso racconto della lotta di una donna per la sopravvivenza.


Recensione:

“Avevo imparato che non era permesso dire la verità, che si veniva puniti se si diceva.”

Eredità” di Vigdis Hjorth narra le vicende di quattro fratelli e di un’eredità da spartire.
Nel momento in cui vengono lasciate le case al mare alle due sorelle minori, Bergljot, la protagonista principale, e suo fratello Bård, capiscono di essere stati tagliati fuori.

Hanno chiuso i rapporti con la famiglia tempo fa, raccontano i genitori. Ma adesso i due fratelli maggiori non possono stare zitti, non possono restare ad osservare senza agire. Vogliono la loro parte di eredità, ma non per una questione economica: tacere adesso significherebbe, ancora una volta, negare la verità che da anni pesa su tutta la famiglia.

“Per una volta dovevo poter dire quello che dovevo dire con tutte le parole messe insieme, le mie, per la mia pace mentale, in nome del mio onore, per il rispetto di me stessa, per staccare da quei ganci a cui era stata relegata quella cosa vaga e indistinta ed esporla una volta per tutte, per chiudere per sempre le voci che circolavano, quell’annuire tacito di intesa, gli sguardi tra di loro, per fermare quel gioco di sussurri perché, se non l’avessi fatto, almeno per una volta, e doveva essere adesso, sembrava che io mi fossi lasciata comprare dalla promessa dell’eredità.”

Quello di Vigdis Hjorth è un romanzo che non fa altro che scavare dentro l’anima della protagonista e, al tempo stesso, dentro di noi.
Eredità” è una storia che fa male, una di quelle potenti, di quelle che ti sbattono in faccia la realtà. È una doccia gelida, uno schiaffo a mano aperta in piena faccia, che pulsa di dolore e lascia il segno.
Si intuisce già dalle prime pagine cosa è successo alla protagonista, la tragedia è dietro l’angolo ma non vuoi crederci per davvero.

Potrebbe sembrare un libro dalla trama scontata, ma l’evoluzione della storia è sorprendente. Il tutto ruota attorno ad un unico evento che condurrà il lettore ad una serie di riflessioni e, parallelamente, alle vicende del passato grazie al quale l’autrice ci offre un background dettagliato di tutti i personaggi. In particolare di Bergljot: una donna distrutta nell’animo e stanca di non essere ascoltata, di non essere capita e di doversi sempre giustificare.

Ogni cosa è connessa alle altre. Per chi si muove con le orecchie tese allo scopo di capire, nessuna frase risulta innocente.

La narrazione è particolarmente intensa e dosata: Vigdis Hjorth alterna densi flussi di coscienza a momenti di completa lucidità. Ogni parola è dolorosa, ogni frase un affondo.

Eredità” è un romanzo che rende impotenti, un racconto che fa indignare, arrabbiare, esasperare. È una richiesta di aiuto, una storia di un dramma, di una liberazione negata e di indifferenza totale.

Quando tutte le nostre speranze vengono infrante e nessuno è disposto ad ascoltarci, fino a che punto ci si può annientare? Quanto sottile diventa il punto di non ritorno?
Le parole di Vigdis Hjorth parlano di dolore, bruciano come il fuoco e sta a noi lettori ascoltarle con grande empatia.

Declaimer: ringrazio la casa editrice Fazi Editore per avermi omaggiato la copia.


La mia valutazione:

Classificazione: 5 su 5.

Piccole informazioni sul libro e sull’autore:

Autore: Vigdis Hjorth
Titolo: Eredità
Collana: Le Meraviglie
Numero Collana: 432
Pagine: 374
Codice isbn: 9788893254595
Prezzo in libreria: € 18,50
Codice isbn Epub: 9788893257800
Prezzo E-Book: € 9.99
Data Pubblicazione: 21-05-2020


Vigdis Hjorth:

Vigdis Hjorth

Nata a Oslo nel 1959, è una delle scrittrici norvegesi più conosciute e stimate. Ha esordito nel 1983 con Pelle-Ragnar i den gule gården, grazie al quale il Ministero della Cultura norvegese le ha attribuito il premio per il miglior romanzo d’esordio. Ha pubblicato più di trenta libri, fra cui una ventina di romanzi, conquistando i premi letterari più svariati. Eredità, vincitore del Norwegian Booksellers’ Prize e del Norwegian Critics Prize for Literature – i due principali riconoscimenti norvegesi –, è il romanzo con cui ha ottenuto la fama internazionale, rientrando nella rosa dei finalisti del National Book Award for Translated Literature nel 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: