Recensione: “Ventiquattro” di Valentina Bardi


Sinossi:

Giada, sindacalista, sposata con Andrea, giornalista inviato di guerra, ha una famiglia numerosa da mantenere e a cui badare. Quando la figlia Elena, sposata e incinta all’ottavo mese, perde il figlio, il padre rientra dall’Afghanistan. Questo rientro mette in luce una profonda crisi di coppia: Giada è sempre più convinta che Andrea non la ami più. Intanto Martina, la figlia diciottenne, frequenta Matteo, studente universitario, di famiglia molto benestante, con idee politiche contrarie a quelle che lei ha ricevuto dai suoi. Attraverso l’evoluzione della relazione fra i due ragazzi, che sarà segnata da una tragedia, si sviluppano delle sottotrame che andranno a coinvolgere il piccolo mondo intorno ai personaggi principali. Le convinzioni etiche e morali su cui molti di loro credono di basare le loro esistenze, sono messe inesorabilmente in discussione e ognuno dovrà cercare la propria verità, il proprio senso di onestà verso se stesso.


Recensione:

Ventiquattro” è un romanzo di formazione che intreccia le vite dei suoi protagonisti.
Una storia drammatica che scava nell’animo umano e che ti cuce addosso un milione di emozioni.

Protagonista assoluta della storia è Martina, una diciottenne come le altre alle prese con il suo primo amore.

Martina, infatti, si lega a Matteo, un ragazzo poco più grande di lei che ha alle spalle una famiglia benestante e idee politiche diverse rispetto a quelle dei familiari della ragazza.

Sarà che quando sei nudo, non puoi dire se sei di destra o di sinistra.
Non puoi sapere niente dell’altro, non lo distingui da certi tratti.


Attraverso gli occhi di Martina, osserviamo la quotidianità di sua madre, Giada, dei suoi fratelli e di suo padre, Andrea, giornalista inviato di guerra, il quale è sempre lontano da casa a causa del lavoro.

Quando Elena, la sorella maggiore, perde il figlio all’ottavo mese di gravidanza, Andrea è costretto a tornare al suo paese per stare vicino a sua figlia e alleviare la sua sofferenza.

Ma il destino, ancora una volta, mescola le carte in tavola e riserva qualcosa di molto più crudele alla famiglia.
La loro quotidianità viene stravolta da un tragico evento, costringendo tutti a fare i conti con il dolore e a esorcizzare i propri demoni interiori.

«Perché se hai male in una qualche parte del corpo, puoi sempre sperare che passi prendendo una medicina. Ma un dolore fatto di nulla come il mio, diventa un tarlo, qualcosa che si ostina e ti preme le tempie.».

Ventiquattro” ha scombussolato tutte le mie emozioni.
Mi sono sentita toccata nel profondo dalle parole di Valentina Bardi, alle quali non sono riuscita a restare indifferente.

Con uno stile pulito ed essenziale, l’autrice ci racconta una storia ordinaria che colpisce per la sua semplicità.

Attraverso le giornate di una famiglia come tante, Valentina ci induce a riflettere sul senso della vita e mette in dubbio tutte le nostre certezze.
Perché nella vita nulla è sicuro e tutto può cambiare in un battito di ciglia.

Ma lei glielo promette e una promessa può spaccare le pietre, può rompere l’orizzonte.

I personaggi del libro sono tutti ben tratteggiati ed è forse questo che rende la lettura così intima. Ci si ritrova a pensare che quelle persone potrebbero essere chiunque: conoscenti, familiari, o addirittura noi stessi.
Ci si rispecchia pienamente in loro al punto che lasciarsi coinvolgere dalle emozioni è inevitabile.

Ventiquattro” è un piccolo romanzo che nasconde grandi messaggi al suo interno; un puzzle formato da valori preziosi e lezioni di vita da mettere assieme.
Perdita, lutto, amore, amicizia e l’importanza delle relazioni umane sono soltanto alcuni dei temi che vengono affrontati all’interno di questa storia e che non lasciano indifferente il lettore.


Declaimer: ringrazio l’ autrice per avermi omaggiato la copia.


La mia valutazione:


Piccole informazioni sul libro e sull’autore:

Titolo: Ventiquattro
Autore: Valentina Bardi
Editore: Società Editrice <<Il Ponte Vecchio>>
Prezzo cartaceo: € 15,00
Pagine: 256
In commercio da: maggio2019


Valentina Bardi:

Valentina Bardi vive e lavora a Galeata.
È diplomata in sassofono presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena e si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli studi di Bologna Alma Mater Studiorum.
Da sempre appassionata di libri, fa parte del Gruppo di lettura “Teodorico” di Galeata che da svariati anni propone incontri pubblici e reading su autori italiani e stranieri.
Ventiquattro è il suo primo romanzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.