BLOGTOUR: Alla scoperta di Solferino – “La ragazza della Palude” di Delia Owens


Salve gentili lettori e ben arrivati alla quinta tappa del primo blogtourAlla scoperta di Solferino“, organizzato per far conoscere al meglio il catalogo della casa editrice.

Il romanzo che ho scelto di presentarvi è “La ragazza della palude” di Delia Owens.
So che vi starete chiedendo: “Ma di cosa parla?”, e dunque non vi resta che mettervi comodi e godervi il viaggio.
Pronti?!



Sinossi:

A Barkley Cove, un tranquillo villaggio di pescatori, circolano strane voci sulla Ragazza della Palude. Dall’età di sei anni Kya si aggira completamente sola tra canali e canneti, con qualche straccio addosso e a piedi nudi. Ha al suo attivo un solo giorno di scuola, ma la palude e le sue creature per lei non hanno segreti: la nutrono, la cullano, la proteggono, sono maestre e compagne di giochi.

Kya impara a decifrare i segni della natura prima ancora di saper leggere un libro: nella sua assoluta solitudine sembra bastare a se stessa. Ma la sua bellezza non tarda a sbocciare: insolita, selvatica, sfuggente accende il desiderio nei ragazzi del paese. Kya scopre l’amore, la sua dolcezza e le sue trappole.

Quando negli acquitrini riaffiora il corpo senza vita di Chase Andrews, gli occhi di tutti puntano su di lei, la misteriosa ragazza dimenticata: i mormorii diventano subito accuse, i sospetti incrollabili certezze. Il processo, fuori e dentro al tribunale, trascina la vicenda verso il suo imprevedibile e folgorante epilogo.

La Ragazza della Palude è il romanzo commovente di un’infanzia segnata dall’abbandono e di una natura che si rivela madre, non matrigna. Ma è anche la storia di una violazione e di un segreto gelosamente custodito, che mette in discussione i confini tra la verità e la menzogna, il bene e il male.


Recensione:


Kya vive a Barkley Cove, nel cuore di una palude all’interno di una cittadina di pescatori.
A poco più di quattro anni, la nostra protagonista viene abbandonata dalla sua famiglia e impara a condurre un’esistenza di stenti, in totale solitudine.

Tutto ciò che ha di più caro è una baracca logora dalle mura instabili e la sua amata palude, che conosce meglio di chiunque altro.

“Le facce cambiano, con gli eventi della vita, ma gli occhi rimangono una finestra sul passato.”

Kya cresce, diventa prima una ragazza e poi una donna che agli occhi dei cittadini appare sempre più selvaggia. Nessuno l’aiuta, nessuno si interessa a lei e tutti la evitano.
Perché per loro Kya è una reietta: La Ragazza della Palude.


Ma, in fondo, Kya ha imparato a contare sempre e solo su sé stessa, e non ha mai avuto bisogno di loro. E non ne avrà nemmeno quando il ragazzo più famoso del paese viene trovato morto e la colpa ricade su di lei.
Chi altro se non una ragazza sola e ai margini della società?


Se da “La ragazza della palude” vi aspettate un thriller, vi sbagliate: è molto di più.
Non è altro che un romanzo di formazione corposo, che racconta in profondità la sua protagonista e si affaccia sulle meraviglie della natura.

“Io non ho mai odiato nessuno. Sono loro che odiavano me. Loro che mi ridevano dietro, loro che mi hanno abbandonato a me stessa. Loro che mi hanno tormentata. Loro che mi hanno aggredita. Ed è proprio vero, sai: ho imparato a vivere senza di loro.”

È un romanzo e una riflessione profonda sulla sottile linea che spesso divide i pregiudizi dall’ obiettività.
Solitudine, abbandono e emarginazione sono solamente alcuni dei temi che in questa storia ricoprono un ruolo fondamentale e non lasciano indifferenti.

È facile addossare la colpa al più sporco, al più isolato dal gruppo.
Ma è drasticamente difficile liberarsi dalle catene di quegli sguardi arcigni e dalle etichette che bruciano come fuoco sulla pelle.


La penna di Delia Owens è molto attenta ai particolari e coinvolge fin dalle prime pagine.
L’ autrice ha una scrittura magnetica e riflessiva, capace di spiattellare su di noi tutto il peso di quei pregiudizi, lasciandoci impotenti e avviliti.

Lei sente la vita che pulsa, pensò, perché tra lei e il pianeta non ci sono filtri.

Questo libro per me è stato un vero e proprio viaggio in barca attraverso la palude; alla scoperta dei suoi colori, dei suoi suoni e dei suoi uccelli.


Kya mi è entrata nel cuore; le ho voluto bene e avrei voluto essere una presenza costante per lei; farle sentire che ero lì, placare la sua malinconia e la sua rabbia.


Ho fatto il tifo per quella ragazzina, trattenuto il fiato quando sgattaiolava a nascondersi tra i cespugli o al riparo delle palme nane.
Mi sono arrabbiata per le ingiustizie che subiva e sperato che tutto si risolvesse per il meglio.
E alla fine tutto si è risolto, inaspettatamente e lasciandomi con il cuore un po’ più leggero.


Non vi resta che affidarvi a Kya e farvi condurre alla riscoperta della natura in tutta la sua purezza; ad osservare con stupore le sue acque e i suoi cieli, e a conoscere la storia della ragazza della palude.
Perché Kya, fidatevi, se lo merita.


Declaimer: ringrazio la casa editrice Solferino Libri per avermi coinvolta nell’iniziativa e per avermi omaggiato la copia.


La mia valutazione:


Piccole informazioni sul libro e sull’autore:

Autore: Delia Owens
Pagine: 416
Anno: 2019
ISBN: 978-88-282-0131-1
Collana: Narratori
Formato: Cartonato
Prezzo di copertina: 18 EURO


Delia Owens:

Delia Owens è coautrice di tre saggi bestseller sulla sua vita da naturalista in Africa.

Ha vinto il John Burroughs Award for Nature Writing e ha scritto, tra gli altri, per «Nature», «African Journal of Ecology», «International Wildlife».

La Ragazza della Palude è il suo primo romanzo: in testa da mesi alle classifiche del «New York Times», diventerà presto un film prodotto da Reese Witherspoon per 20th Century Fox, ed è in corso di pubblicazione in 30 Paesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: