Recensione: “Roma~Malaga, andata e ritorno” di Lorenzo Patruno

Sinossi:

E’ il 12 giugno. Francesco si trova a Malaga per un viaggio di lavoro e in occasione della sua festa di compleanno, decide di andare a festeggiare in un locale con degli amici. E proprio lì, i suoi occhi incontrano quelli di Valentina, una giovane ragazza spagnola. Fin dall’inizio la loro storia risulta complicata. Entrambi rifiutano l’amore perché impauriti dalla distanza. Sarà soltanto grazie alla tenacia e alla fermezza di Valentina che i due decideranno di vivere la loro relazione pur non sapendo che una sfida ancora più importante li attende dietro l’angolo. Infatti dopo essersi sottoposta a diversi accertamenti a Valentina viene diagnosticato un tumore allo stomaco. Una storia di forza e di coraggio che dimostra come a volte i piccoli problemi siano destinati a soccombere dinnanzi agli ostacoli che il destino ci mette davanti. Perché la vita è un battito d’ali e il tempo che affanniamo a rincorrere non ci verrà restituito.

Premessa:

I diritti d’autore del libro verranno saranno devoluti a sostegno delle attività dell’Associazione Peter Pan Onlus.
Acquistando il libro non solo diffonderete questa storia, ma farete anche del bene.

Recensione:

<<Non mi era mai capitato qualcosa del genere!>>
<<Mah…e allora? Mica vuol dire che sei immune a queste cose! Diciamo che queste cose accadono quando meno te lo aspetti! Non ci si può preparare per tempo, possiamo solo accettarlo e vedere come va.>>

Roma – Malaga, Andata e Ritorno” è la storia di due ragazzi, Francesco e Valentina, che si incontrano per caso, in un locale a Malaga.

La storia di questi due ragazzi è una storia d’amore diversa dal solito: un’ amore sbocciato pian piano e che, col tempo, è andato crescendo, ma che dovrà affrontare numerose difficoltà.

È la storia di due ragazzi che crescono insieme al loro amore e ai loro dubbi, alla malattia, alle loro paure e alle loro responsabilità.

E’ una storia di coraggio, di speranza e di resilienza; una storia drammatica che non lascia scampo alle emozioni di venire fuori: una storia reale e sentita, palpabile sulla pelle.

<<Quel sorriso, amico mio, mi ha cambiato la vita…in quel momento tutti i dubbi che attanagliavano la mia testa scomparvero improvvisamente.
Ora sapevo cosa dovevo fare…ora sapevo il mio destino.>>

Con una scrittura semplice e scorrevole, Lorenzo alterna momenti tragici a momenti di comicità, in grado di strappare un sorriso.


È un romanzo importante, il quale mette in risalto l’amore che si viene a creare tra i due giovani e dove la malattia fa da sfondo, passa in secondo piano: è solo un mezzo per raccontare il legame puro e genuino creatosi tra i due ragazzi.


Trovo impossibile non immedesimarsi nei protagonisti perché, grazie alla narrazione ricca di dettagli di Lorenzo, è facile entrare in empatia con essi e vivere sulla propria pelle ogni sensazione, ogni percezione e, più di tutto, ogni loro stato d’animo.


Ho riso, gioito e sfforto con Valentina e Francesco. Mi sono emozionata negli attimi di felicità e commossa nei momenti più tristi.

Roma-Malaga” è un libro di crescita e che fa riflettere sulle nostre decisioni, sulle nostre responsabilità nei confronti degli altri e della vita che viviamo.

Inoltre, è anche un libro che insegna ad amare senza freni e senza limiti, a trarre forza da quell’amore, e ci sprona a ricercare la persona che ci fa stare bene, che ci fa sentire vivi sempre e ovunque.


È una storia che fa riflettere e, allo stesso tempo, fa sognare ad occhi aperti; un romanzo da leggere tutto d’un fiato.

Declaimer: ringrazio l’autore per avermi proposto e omaggiato la copia digitale.

La mia valutazione:

Piccole informazioni sul libro e sull’autore:

Titolo: Roma-Malaga, Andata e Ritorno 
Autore: Lorenzo Patruno 
Genere: Romanzo 
Casa editrice: Il Trampolino 
Data di Pubblicazione: 12 maggio 2019 

Lorenzo Patruno:

Lorenzo Patruno nato a Roma il 12 Giugno del 1989, dopo aver terminato gli studi classici presso l’Istituto Salesiano Villa Sora in Frascati, decide di intraprendere la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, laureandosi nell’ottobre del 2013. Dopo le esperienze Erasmus e per amore, decide di concludere la specialistica presso l’Universidad Pontificia Comillas, a Madrid, completando così i suoi studi e specializzandosi in Marketing Management. Dopo aver maturato diverse esperienze lavorative in alcune multinazionali, attualmente lavora in qualità di Consulente presso una multinazionale leader nel settore automotive.

Peter Pan:

Il 16 novembre del 1994 alcuni genitori di bambini oncologici romani decisero di fondare l’Associazione Peter Pan che dal 2000 offre nella capitale ospitalità gratuita, una vasta gamma di servizi e tutto il sostegno necessario per affrontare al meglio il duro periodo della malattia. La Grande Casa di Peter Pan, alle pendici del Gianicolo, è un polo di accoglienza che mette a disposizione dei bambini malati di cancro, in cura presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù, trentadue unità abitative dotate di servizi, oltre ad ampi spazi comuni che favoriscono la socializzazione delle famiglie. Circa 200 volontari, selezionati, adeguatamente formati e divisi in équipe che hanno specifiche mansioni, assicurano il funzionamento delle strutture 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.